martedì, 16 luglio 2019

Umberto Cantone L'occhio di HAL – Archivio della collezione e degli scritti di Umberto Cantone

Home » Libri » Thackeray. Romanzi brevi: Storia di Samuel Titmarsh / Mogli / Lo spettro di Barbablù / Le memorie di Barry Lyndon – Edizione Casini 1965
Thackeray. Romanzi brevi: Storia di Samuel Titmarsh / Mogli / Lo spettro di Barbablù / Le memorie di Barry Lyndon – Edizione Casini 1965

Thackeray. Romanzi brevi: Storia di Samuel Titmarsh / Mogli / Lo spettro di Barbablù / Le memorie di Barry Lyndon – Edizione Casini 1965

Print Friendly

Autore/i:  William Makepeace Thackeray

Tipologia:  Raccolta di romanzi brevi

Editore:  Edizioni Casini

Origine:  Firenze - Roma

Anno:  1965 (giugno)

Edizione:  Prima edizione italiana ( per "Storia di Samuel Titmarsh", "Mogli" e "Lo spettro di Barbablù") e seconda edizione italiana per "Le memorie di Barry Lyndon"

Pagine:  664

Dimensioni:  cm. 21 x 14

Caratteristiche:  Legatura in tela e cartone di colore blu con al dorso titoli in oro applicati su targa rossa, sopraccoperta illustrata da un dipinto a colori

Note: 

Prima edizione italiana della raccolta di romanzi brevi di William Makepeace Thackeray, pubblicata da Casini nel giugno del 1965. La raccolta comprende le traduzioni di:

The History of Samuel Titmarsh and the Great Hoggarty Diamond (Storia di Samuel Titmarsh e del grande diamante di Hoggarty) del 1841;

Men’s Wives: The Ravenswing / The Bedford-Row Conspiracy / A Little Dinner at Timmins’ (MogliTre raccontiLa “Ravenswing”La cospirazione di Bedford-Row  / Una cenetta dai Timmins) del 1842-43;

Bluebeard’s Ghost  (Lo spettro di Barbablù) ;

The Memoirs of Barry Lyndon, Esq., By Himself  (Le memorie di Barry Lyndon scritte da lui stesso) del 1844.

Traduzione e cura di Aldo Valori.

Sinossi: 

«I romanzi contenuti in questo volume, e tradotti per la prima volta in italiano a cura di Aldo Valori, sono della prima stagione creativa di Thackeray; ma se si debbono considerare opere giovanili, non vi è ragione di definirli “minori”, giacché sono una fresca e viva anticipazione, ricca di originale impeto inventivo, dei capolavori della maturità. La storia di Samuel Titmarsh e del grande diamante di Hoggarty, composto dal Thackeray trentenne nel 1841, è un gustosissimo schizzo di satira della società dei nobili, degli snob e dei mercanti, vista attraverso l’esperienza mondano-sentimentale di un giovanotto provinciale, la cui paradossale carriera è dovuta all’influsso magico di un gioiello di famiglia. Le memorie di Barry Lyndon scritte da lui stesso, del 1844, sono invece l’autobiografia di una sorta di picaro settecentesco, un avventuriero irlandese spaccone e furfante, che partecipa alla guerra dei Sette Anni e s’imbatte in una lunghissima serie di avventure di ogni genere; queste Memorie, di una vigoria d’invenzione e di stile veramente notevole, pare fossero ispirate allo scrittore dalla lettura delle Memorie di Giacomo Casanova. Barry Lyndon è il prototipo dell’errore thackeriano, desto, scaltro, cinico alla occorrenza, che gioca abilmente il proprio destino e scavalca tutte le barriere sociali. Chiudono la raccolta quattro vivi racconti o schizzi d’ambiente: Lo spettro di Barbablù, La Ravenswing, La cospirazione di Bedford-Row, Una cenetta dai Timmins.»

dalla nota editoriale presente al primo risvolto di questa edizione )

- GALLERY -