giovedì, 25 Aprile 2024

Umberto Cantone L'occhio di HAL – Archivio della collezione e degli scritti di Umberto Cantone

Home » Libri » Nicoletta e Dina (En robe de mariée) di Georges Sim – Prima edizione italiana
Nicoletta e Dina (En robe de mariée) di Georges Sim – Prima edizione italiana

Nicoletta e Dina (En robe de mariée) di Georges Sim – Prima edizione italiana

Print Friendly, PDF & Email

Autore/i:  Georges Sim (Georges Simenon)

Tipologia:  Romanzo

Editore:  Corriere della Sera, "Il Romanzo Mensile", anno XXVII, n. 7

Origine:  Milano

Anno:  1929 (luglio)

Edizione:  Prima italiana

Pagine:  80

Dimensioni:  cm. 24, 5 x 17

Caratteristiche:  Fascicolo in brossura cucita illustrato da un disegno a colori di Alberto Bianchi, testata bianca con titoli in blu. All'interno, 8 disegni in nero nel testo di Domenico Natoli

Note: 

Questa prima edizione italiana del 1929 di En robe de mariée è da molti ritenuto il primo romanzo di Georges Simenon apparso in Italia. In realtà si tratta del primo romanzo firmato con lo pseudonimo di Georges Sim pubblicato in italiano, e questo perché già nel 1928, per le Edizioni Moderne di Torino erano apparsi tre romanzi dello scrittore belga sotto pseudonimo (due come  J.Du Perry e uno come Georges-Martin Georges), mentre nel 1926 la rivista Bis e nel 1927 il quindicinale di Pitigrilli Le grandi firme avevano pubblicato due novelle firmate Georges Sim.

Il titolo italiano di questa prima edizione del romanzo En robe de mariée è la traduzione letterale del titolo con il quale fu pubblicato per la prima volta in patria, Nicoletta e Dina, quando apparve a puntate nel periodico L’Oeuvre (come Nicole et Dina) dal 30 dicembre 1928 al 14 febbraio 1929. Nello stesso 1929, le Éditions Jules Tallandier lo inserirono nella collana Romans Populaires come “Dramatique roman d’amour” intitolandolo En robe de mariée.

Nicoletta e Dina è il primo dei 4 romanzi di Simenon pubblicati dalla popolare rivista Il Romanzo Mensile (edita dal Corriere della Sera), uscita nel luglio del 1929 (anno XXVII, n.7). L’autore della traduzione non è indicato.

In copertina, campeggia un disegno a colori dell’illustratore Alberto Bianchi. All’interno, il romanzo è corredato dalle illustrazioni in nero del disegnatore Domenico Natoli, abituale collaboratore del Romanzo Mensile.

- GALLERY -