martedì, 16 luglio 2019

Umberto Cantone L'occhio di HAL – Archivio della collezione e degli scritti di Umberto Cantone

Home » Riviste e Cover » La finestra sul cortile di Alfred Hitchcock – Cineromanzo in “Star-Cineromanzo Gigante”, n.5, 30 giugno 1955
La finestra sul cortile di Alfred Hitchcock – Cineromanzo in “Star-Cineromanzo Gigante”, n.5, 30 giugno 1955

La finestra sul cortile di Alfred Hitchcock – Cineromanzo in “Star-Cineromanzo Gigante”, n.5, 30 giugno 1955

Print Friendly

Tipologia:  Cineromanzo a fumetti

Film di riferimento:  La finestra sul cortile (Rear Window, Stati Uniti 1954) di Alfred Hitchcock. Sceneggiatura di John Michael Hayes, dal racconto "It Had to Be Murder" di William Irish (Cornell Woolrich). Fotografia di Robert Burks. Musica di Franz Waxman. Con James Stewart, Grace Kelly, Wendell Corey, Thelma Ritter, Raymond Burr, Judith Evelyn, Ross Bagdassarian, Georgine Darcy, Jesslyn Fax, Rand Harper

Editore:  Cine Foto Service, Collana "Star - Cineromanzo Gigante", anno I, n. 5

Origine:  Roma

Anno:  1955 (30 giugno)

Caratteristiche:  Fascicolo spillato a colori con composizione fotografica in copertina

Edizione:  Prima

Pagine:  64

Dimensioni:  cm. 34 x 24,5

Note: 

E’ la prima edizione del cineromanzo a fumetti La finestra sul cortile tratto da Rear Window (1954) di Alfred Hitchcock. E’ il n. 5 (anno I) della rivista Star-Cineromanzo Gigante, edita dalla romana Cine Foto Service e uscita il 30 giugno 1955.

In copertina campeggia una composizione fotografica a colori dove viene dato risalto ai due interpreti protagonisti del film, James Stewart e Grace Kelly, mentre tutti gli altri appaiono riquadrati a cornice.

La copia è in ottimo stato di conservazione.

 

TRAMA

L.B. Jeffries, detto Jeff, è un fotoreporter che è costretto all’immobilità su una sedia a rotelle, perché si è fratturato una gamba. Per ingannare il tempo, Jeff, che ama l’azione, non trova di meglio che spiare dalla finestra, con l’aiuto, talvolta, del binocolo e di un potente teleobiettivo, il comportamento dei vicini: le effusioni di una coppia di sposini, l’affetto di due coniugi senza figli per il loro cane, le movenze di una ballerina, il lavoro di uno scultore, le frustrazioni di un musicista mancato, la solitudine di una donna. Una finestra, in particolare, lo affascina e, osservando più scrupolosamente i movimenti del suo vicino, Lars Thorwald, si convince che questi deve avere ucciso la moglie, inferma a letto, durante la notte, e occultato in qualche modo il suo cadavere. I sospetti di Jeff non vengono presi, da principio, troppo sul serio dalla sua fidanzata, Lisa Freemont, che anzi li attribuisce a una sorta di eccitamento voyeuristico. Ben presto, Lisa è costretta ad arrendersi all’evidenza, si persuade che Thorwald è un assassino e, insieme a Jeff, tenta di convincere un amico detective a svolgere indagini, ma questi smonta rapidamente le loro intuizioni. Anche Stella, l’infermiera di Jeff, disapprova la curiosità del fotoreporter, ma al momento opportuno sarà disposta a collaborare con i due fidanzati. Dopo aver scoperto l’inquietante soppressione dell’innocuo e curioso cagnolino, Jeff manda Lisa a casa di Thorwald – momentaneamente assente – per recuperare la fede della vittima. Sorpresa dall’assassino, la ragazza è salvata da Jeff che chiama la polizia per farla arrestare come ladra. Nel momento in cui sopraggiungono i poliziotti, Lisa mostra a Jeff la fede infilata nel proprio dito tradendosi agli occhi di Thorwald. L’uomo nota il gesto rivolto all’esterno verso le finestre affacciate sul cortile, e cercando la traiettoria incrocia lo sguardo dello spione. Stella esce, per tirar fuori Lisa di galera pagando la cauzione. Solo e immerso nel buio della sera, Jeff riceve la visita di Thorwald. «Cosa volete da me?»; e inizia una lotta mortale: il flash della macchina fotografica, fatta scattare a ripetizione in faccia all’aggressore, ne prolunga l’incertezza. In corsa con il tempo, la polizia interviene, arresta Thorwald, ma non può impedire che il menomato testimone venga spinto dall’assassino fuori dalla finestra. Jeff se la caverà con la rottura dell’altra gamba.

- GALLERY -