mercoledì, 22 maggio 2019

Umberto Cantone L'occhio di HAL – Archivio della collezione e degli scritti di Umberto Cantone

Home » Memorabilia » El beso del asesino (Killer’s Kiss) di Stanley Kubrick – Manifesto spagnolo
El beso del asesino (Killer’s Kiss) di Stanley Kubrick – Manifesto spagnolo

El beso del asesino (Killer’s Kiss) di Stanley Kubrick – Manifesto spagnolo

Print Friendly

Tipologia:  Manifesto cinematografico

Film di riferimento:  Killer's Kiss (Stati Uniti, 1955) di Stanley Kubrick. Soggetto e sceneggiatura di Stanley Kubrick, Howard O.Sackler. Fotografia di Stanley Kubrick. Musica di Gerald Fried. Con Frank Silvera, Jamie Smith, Irene Kane, Jerry Jarrett, Ruth Sobotka

Pubblicazione:  Manifesto a colori di una edizione spagnola degli anni Ottanta del film che riproduce lo schema dell'artwork del manifesto originale

Editore:  Lauren Films Classics

Origine:  Spagna

Caratteristiche:  Manifesto con disegno in nero e titoli a colori la cui composizione accosta due scene del film

Dimensioni:  cm. 30 x 21

Note: 

Manifesto di una edizione spagnola degli anni Ottanta di El beso del asesino (Killer’s Kiss) di Stanley Kubrick. La composizione riproduce, con qualche variante, lo schema del manifesto originale del film. Il soggetto evoca la torbida scena dell’aggressione sessuale alla quale assiste, dalla finestra di un appartamento di fronte a quello dove accade il fatto, il protagonista Jamie Smith. Ma al posto della “Bella” Irene Kane e della “Bestia” Frank Silvera, l’anonimo autore dell’artwork (con la complicità dell’allora giovane Kubrick) decise di riprodurre le più inquietanti fattezze di due comparse che, nel film, appaiono avvinghiate in una delle scene al dancing. L’equilibrio della composizione è valorizzato dalla minacciosa presenza del personaggio di Silvera, raffigurato di spalle, mentre impugna l’ascia durante la sequenza del duello finale. Anche la frase di lancio, in cima al manifesto, allude all’aggressione sessuale subita dal personaggio della Kane nel film. Il tema figurativo della finestra (e del voyeurismo) ritorna nella composizione grafica delle lobby cards originali del film.

- GALLERY -