domenica, 23 Giugno 2024

Umberto Cantone L'occhio di HAL – Archivio della collezione e degli scritti di Umberto Cantone

Home » Libri » Le signorine di Concarneau (Les demoiselles de Concarneau) di Georges Simenon – Prima edizione italiana
Le signorine di Concarneau (Les demoiselles de Concarneau) di Georges Simenon – Prima edizione italiana

Le signorine di Concarneau (Les demoiselles de Concarneau) di Georges Simenon – Prima edizione italiana

Print Friendly, PDF & Email

Autore/i:  Georges Simenon

Tipologia:  Romanzo

Editore:  Mondadori, Collana "Opere di Georges Simenon"

Origine:  Milano

Anno:  1938 (20 luglio)

Edizione:  Prima italiana

Pagine:  162

Dimensioni:  cm. 19, 5 x 13

Caratteristiche:  Brossura di colore bianco avorio bordata di nero con riquadro arancione al centro, titoli in bianco, costa arancione

Note: 

Prima edizione italiana di Les demoiselles de Concarneau, romanzo di Georges Simenon pubblicato in originale da Gallimard nel 1936. Il titolo è il quarto (per ordine di uscita) della collana mondadoriana «Opere di Georges Simenon» (detta degli «Arancioni», per via del colore della copertina). La traduzione è di Alfredo Segre. Finito di stampare il 20 luglio 1938.

Copia in ottimo stato di conservazione.

Sinossi: 

” Dicono che Georges Simenon non possa più tornare a Concarneau perché gli abitanti hanno giurato di fargli la pelle. Infatti tutti i personaggi, simpatici o meno, di questo romanzo hanno un “originale” che si è riconosciuto nelle pagine del libro sotto diverso nome. Sono vive le creature simenoniane. Secondo il suo metodo preferito, Simenon parte da un fatto, da un episodio imprevisto e improvviso, per derivarne una serie di conseguenze logiche, implacabili, fatali, che a poco a poco alterano una, due, dieci vite, un intero ambiente che sembrava solidissimo, inattaccabile. Se quel giorno, Giulio Guerec non fosse uscito con la macchina, o fosse uscito mezz’ora dopo, o fosse stato un tipo meno nervoso… noi non leggeremmo Le signorine di Concarneau e… Simenon potrebbe tornare in quella pittoresca cittaduzza marina. ” (Dalla nota introduttiva in seconda di copertina di questa edizione) 

- GALLERY -