martedì, 1 dicembre 2020

Umberto Cantone L'occhio di HAL – Archivio della collezione e degli scritti di Umberto Cantone

Home » Libri » Lettere di Pier Paolo Pasolini (1940-1954 / 1955-1975) – Prima edizione Einaudi 1986
Lettere di Pier Paolo Pasolini (1940-1954 / 1955-1975) – Prima edizione Einaudi 1986

Lettere di Pier Paolo Pasolini (1940-1954 / 1955-1975) – Prima edizione Einaudi 1986

Print Friendly

Autore/i:  Pier Paolo Pasolini e Nico Naldini (a cura di)

Tipologia:  Epistolario

Editore:  Einaudi, Collana "Biblioteca dell'Orsa", n. 2

Origine:  Torino

Anno:  1986

Edizione:  Prima

Pagine:  Primo volume (Lettere 1940-1954) : 738 // Secondo volume (Lettere 1955-1975): 806. Totale pagine: 1554

Dimensioni:  Ogni volume: cm. 17,5 x 11

Caratteristiche:  Due volumi (Lettere 1940-1954; Lettere 1955-1975), ognuno in cofanetto editoriale cartonato con titoli di colore argento e copertina in cartoncino similpelle flessibile muta di colore blu con titoli al dorso di colore argento e acetato protettivo

Note: 

Unica edizione delle Lettere di Pier Paolo Pasolini pubblicata nel 1986 da Einaudi nella collana «Biblioteca dell’Orsa» (n.2) diretta da Giulio Bollati e Paolo Fossati. Si tratta di due volumi rilegati, ognuno col suo cofanetto cartonato, dove l’epistolario è diviso in due periodi: il primo dal 1940 al 1954 e il secondo dal 1955 al 1975. Edizione a cura di Nico Naldini (redazione: Paolo Collo), grafica di Bruno Munari.

«  Il mondo conserva i suoi segreti per rivelarli; e anche in questo caso, raccogliere le lettere di Pasolini non ha presentato alcuna difficoltà: appena l’estro d’inseguire i suoi probabili corrispondenti e in qualche rara occorrenza vincere la loro pigrizia a ritrovarle. Non più di tre casi di rifiuto dichiarato a fornire copia delle lettere saranno volentieri segnalati a un raccoglitore più fortunato. Sono tre donne che attribuiscono un valore forse esagerato a quanto possiedono, «come un amore / con gelosia». Altre lacune, da contare su una mano, sono dipese dalle ricerche iniziate e a un certo punto tralasciate da qualche corrispondente perdutosi d’animo nei gironi del suo privato archivio. Rinunce poco dolorose, perché queste raccolte epistolari, che in gran parte si fanno da sé, possiedono un intimo ordinamento e quindi una giustificata disinvoltura a trascurare ciò che non è essenziale. Per tutto quanto invece è stato raccolto – e integralmente pubblicato – la fortuna ha favorito gli affettuosi sforzi dei corrispondenti di Pasolini o dei loro eredi. Ad essi va il primo ringraziamento.

È appena il caso di avvertire che persone strettamente legate al lavoro e alla vita di Pasolini, non hanno mai ricevuto una sua lettera perché la vicinanza delle rispettive abitazioni e la frequentazione assidua non le hanno rese necessarie se non in qualche circostanza straordinaria. (…) Le lettere raccolte nel primo volume sono datate dal 1940 – quando Pasolini aveva diciotto anni – al 1954. La data finale 1954 del primo volume dipende da criteri editoriali, ma soprattutto da una cesura biografica, se le categorie di giovinezza e maturità possono adattarsi a Pasolini, e da una cesura letteraria, al di là della quale ci saranno gli avvenimenti vistosi della pubblicazione di Ragazzi di vita Le ceneri di Gramsci, e l’inizio del lavoro cinematografico. (…)

La seconda parte dell’epistolario, datata dal 1955 al 1975, sarà probabilmente aumentata nelle future edizioni: di alcune lettere di cui si conosce l’esistenza ma che fino ad oggi sono sfuggite alle ricerche (si tratta soprattutto della corrispondenza con scrittori italiani e stranieri o con personaggi del mondo cinematografico che per abitudine cancellano in fretta tutto ciò che ha accompagnato la realizzazione dei film), e di altre lettere che forse mai si troveranno perché indirizzate a persone la cui modestia o ritrosia hanno impedito loro di ricordarle.  »

Dalla Prefazione di Nico Naldini

Sinossi: 

LETTERE 1940-1954

A Franco Farolfi,  Luciano Serra, Francesco Leonetti, Guglielmo Petroni, Fabio Mauri, Fabio Luca Cavazza, Gianfranco Contini,   Antonio Russi, Federico De Rocco, Franco De Gironcoli, Susanna Pasolini, Gianfranco D’Aronco, Mario Argante, Sergio Maldini, Pina Kalc, Tonuti Spagnol, Silvana Mauri, Ennio de’Concini, Giovanna Bemporad, Antonio Russi, Geda Jacolutti, Vittorio Sereni, Ferdinando Mautino, Antonio Faleschini, Teresina Degan, Giacinto Spagnoletti, Nico Naldini, Leonardo Sciascia, Carlo Betocchi, Piero Chiara, Fabio Luca Cavazza, Piero Bigongiari, Giacomo Noventa, Roberto Roversi, Giuseppe Marchetti, Luigi Ciceri, Biagio Marin, Eugenio Cirese, Enrico Falqui, Gino Montesanto, Oreste Macrì, Cesare Padovani, Luciano Erba, Luigi Russo, Carlo Pasolini, Adriano Seroni, Mario Boselli, Vittorio Sereni, Alan Brusini, Antonio Altoviti, Livio Garzanti.

 

LETTERE 1955-1975

A Leonardo Sciascia, Nico Naldini, Tonuti Spagnol, Carlo Betocchi, Giovanna Bemporad, Cesare Padovani, Mario Boselli, Francesco Leonetti, Vittorio Bodini, Roberto Roversi, Paolo Volponi, Vittorio Sereni, Franco Fortini, Biagio Marin, Redattori di «Officina», Livio Garzanti, Silvana Mauri, Franco Farolfi, Luigi Ciceri, Daniele Ponchiroli, William Weaver, Susanna Pasolini, Carlo Pasolini, Giuseppe De Robertis, Luigi Russo, Antonio Altoviti, Cesare Bortotto, Gianfranco Contini, Mario Costanzo, Massimo Ferretti, Rodolfo Macchioni Jodi, Emilio Papa, Luciano Erba, Antonello Trombadori, Giovanni Comisso, Alberto Arbasino, Ottiero Ottieri, Alan Brusini, Luciano Anceschi, Giovanni Giudici, Marco Forti, Italo Calvino, Elio Fiore, Elio Pagliarani, Giulio Einaudi, Ettore Trombetti, Alessandro Bonsanti, Mario Visani, Mario Volterrani, Luciano Lucignani, Edoardo Bruno, Lanfranco Caretti, Walter Della Monica, Giacinto Spagnoletti, Lucio Villari, Romano Luperini, Luigi Ciceri, Lucio Caruso, Don Giovanni Rossi, Cesare Cases, Don Andrea Carraro, Alfredo Bini, Ennio Flaiano, Evgenij Evtušchenko, Direzione «Quaderni Piacentini», Piergiorgio Bellocchio, Geno Pampaloni, Guido Davico Bonino, Giuseppe Berlingeri, Gian Carlo Ferretti, Dacia Maraini, Leo Pestelli, Tullio Kezich, Laura Betti, Mario Alicata, Angelo Romanò, Andrea Zanzotto, Franca Noventa Ca’Zorzi, Mario Monti, Cesare Segre, Giulietta Chiarchossi, Don Emilio Cordero, Jean-Luc Godard, Allen Ginsberg, José Guidi, Lanfranco Caretti, Jacques Tati, Gianfranco D’Aronco, Francesco Capanna, Enzo Cecchi, Raffaello Sartori, Sandro Penna, Teresio Zaninetti, Massimo Di Giusto, Mario Bianchi, Franco Rossellini, Renzo Paris, Walter Siti, Maddalena Serazio, Fulvio Rogolino, Alberto Pozzolini, Guido Santato, Maria Franco, Dragos Vranceanu, Angelo Manelli, Alfredo Taracchini, Jean-Michel Gardair, Denis Mascolo, Aldo Fegatelli, Anacleto Carlucci, Guido Santato, Guido Aristarco, Ferdinando Camon, Sergio Citti, Giovanni Ventura, Eduardo De Filippo, Pinuccia Ferrari, Gianni Scalia.

- GALLERY -